15 novembre 2016
prodotti_terremoto_amatrice

Cuor di panettone e Cuor di pralina


È una ben povera memoria quella che lavora solo all’indietro
(Lewis Carrol)

Cuor di panettone e Cuor di pralina sono progetti di eccellenza e solidarietà, nati dall’amicizia con Emanuele Papotti e Lorenzo Guerzoni. Vi raccontiamo come.

 

Correva l’anno 2012, era maggio, ad un soffio di fiato dai primi venti d’estate. Uguale ad oggi correva la paura, uguale lo sgomento. Il terremoto, questa volta, aveva investito la pianura padana emiliana, piegando le province di Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia, Bologna e Rovigo, e si era avvertito in un’area molto vasta comprendente tutta l’Italia centro-settentrionale, fino alla Francia e alla Svizzera.

 

Nella quotidianità del nostro lavoro, convinti che la vera forza della ripresa passi necessariamente dalle normalità delle piccole cose, con la costante ricerca di eccellenze del gusto che ci accompagna, avevamo selezionato la lavanda dell’Oltrepo mantovano dell’azienda Stoffi di Emanuele Papotti, e l’aceto balsamico di Modena, biologico e biodinamico, dell’acetaia di Lorenzo Guerzoni,  per inserirli nei nostri cofanetti di Natale.

 

Un aiuto piccolo, ma concreto, che si è trasformato negli anni in una reale amicizia: una storia di eccellenza, di solidarietà, e di vita.

 

Quest’anno, in occasione del terremoto del centro Italia, i nostri amici, memori dell’aiuto ricevuto, si sono stretti in unico pensiero: restituirne almeno una parte, in sostegno dei terremotati, e ci hanno cercato per farlo insieme.

 

Insieme abbiamo fatto quello che sappiamo fare meglio, il nostro lavoro, e ci abbiamo messo il cuore: il panettone, con lavanda, albicocche e pesche semicandite, e le praline, con un cuore di aceto balsamico avvolto in un abbraccio di cioccolato fondente.

 

I proventi di Cuor di panettone e Cuor di pralina sostengono la ricostruzione del centro Italia.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn